Kate Booth della società di marketing medico LehmanMillet

'Molte persone si diplomano al college con una chiara comprensione di ciò che vogliono fare - io non ero una di loro', ci confida Kathryn Booth. È sempre piacevole sentire da una donna di successo che una volta si trovava nella posizione in cui molti di noi si trovano, incerti su quale carriera intraprendere mentre cercavamo come sbarcare il lunario. Kate, ora vicepresidente della strategia presso la società di marketing medico LehmanMillet, ha sfruttato la sua incertezza a suo vantaggio. Dopo essersi laureata in Storia a Yale, è rimasta aperta alle opportunità di stage e si è mantenuta come cameriera. Rendendosi conto che aveva bisogno di andare avanti con la sua carriera, si è affidata a una delle abilità più importanti che ogni ragazza dovrebbe padroneggiare: il networking. Il networking ha aiutato Kate ad ottenere una posizione presso un'azienda di reclutamento di pazienti e, anche se non era del tutto sicura di cosa comportasse il reclutamento di pazienti (come ha appreso: raccogliere persone disponibili per le sperimentazioni cliniche), ha accettato una posizione di specialista del supporto in loco. Grazie alle sue capacità di pensiero critico e alla capacità di apprendere la terminologia medica, Kate è stata rapidamente promossa a consulente contabile ed è poi entrata a far parte del team di sviluppo e sensibilizzazione del mercato.

Dopo alcuni anni nella stessa azienda, Kate era pronta a cambiare marcia. E anche se perseguire un nuovo lavoro significava lasciare un'azienda che amava, le persone a cui teneva e un senso di familiarità, ci è andata. Con un po 'di networking e un po' di aiuto dal suo mentore, Kate ha ottenuto una posizione di responsabile dello sviluppo aziendale presso LehmanMillet, un'agenzia di comunicazioni di marketing sanitario. E nella vera forma di Kate, ha entusiasmato i suoi capi con il suo pensiero critico, la passione per la comunicazione di soluzioni mediche innovative e l'amore per la costruzione di relazioni. Quindi non sorprende che Kate sia salita rapidamente di grado al suo attuale ruolo manageriale!

Per finire, Kate è una moglie e una mamma, ma riesce a destreggiarsi tra la sua vita professionale e personale con grazia e facilità. Kate fa tutto il possibile, ogni volta che può per essere presente in entrambe le aree della sua vita, il che rende sicuramente Kate il nostro tipo di ragazza. Continua a leggere per saperne di più sui successi di Kate, su come ha scalato la scala del marketing medico e su cosa rende perfetta una giornata nel suo mondo!

Nome e cognome: Kathryn Booth
Età: 32
Posizione: Boston
Titolo / azienda attuale: VP of Strategy presso LehmanMillet
Background educativo: Yale University, Bachelor of Arts in History

Hai conseguito la laurea in storia da Yale, ma la tua carriera è nel marketing medico. In che modo la tua laurea in arti liberali ha contribuito a promuovere la tua carriera molto specifica?
Ho amato studiare la storia per lo stesso motivo per cui amo le comunicazioni mediche: si tratta di dare un significato alle informazioni. A Yale, ho dovuto digerire immense quantità di informazioni, quindi formarmi un'opinione su ciò che è accaduto storicamente, perché e cosa potrebbe significare andare avanti.

Mi affido a quelle stesse capacità ogni giorno. Ricerco uno stato di droga e malattia, indago sul mercato e traduco quella conoscenza, con relativa esperienza, in raccomandazioni per garantire il successo futuro del prodotto e un miglioramento misurabile dell'assistenza. L'argomento è cambiato, ma l'approccio fondamentale no. E proprio come a scuola, sono orgoglioso di fare TUTTI i compiti.

Dopo esserti laureato, hai trascorso un anno a fare stage per varie aziende mentre ti mantenevi come cameriera. Che consiglio daresti ai neolaureati che hanno difficoltà a trovare uno stage o un lavoro che si 'adatti'?
Molte persone si diplomano al college con una chiara comprensione di ciò che vogliono fare - io non ero uno di loro. Ogni stage che ho svolto mi ha fornito informazioni critiche da selezionare per il mio prossimo percorso. Quando ho accettato il mio primo 'vero' lavoro presso BBK Worldwide, non mi ero reso conto che fosse la porta del mio futuro. Volevo solo un'assicurazione sanitaria. Il mio consiglio è di mantenere una mente aperta sui percorsi che i lavori o gli stage potrebbero rivelarti. Potresti semplicemente trovare la tua passione.

Il mio consiglio è di mantenere una mente aperta sui percorsi che i lavori o gli stage potrebbero rivelarti. Potresti semplicemente trovare la tua passione.

Successivamente, hai ottenuto una posizione presso una piccola agenzia di reclutamento di pazienti fuori Boston. Come hai saputo del lavoro e com'è stato il processo del colloquio?
Non è un grande segreto: si tratta solo di networking. Un amico di mio padre aveva un'apertura di lavoro, quindi sono andato per un colloquio. Non posso sottolineare quanto sia importante fare i compiti per il colloquio. Ho setacciato il sito web dell'azienda. Anche se non capivo bene cosa fosse il reclutamento dei pazienti, sono stato in grado di porre domande ponderate, se non esattamente tecnicamente accurate, che hanno mostrato ai miei potenziali nuovi capi come pensavo. Questo è stato fondamentale per ottenere l'offerta.

E hai ottenuto il lavoro! Quali erano le tue attività quotidiane?
Ho iniziato come specialista del supporto del sito. Ero responsabile di chiamare i medici e il loro personale di supporto al fine di monitorare i loro sforzi di reclutamento negli studi clinici. Gran parte del mio lavoro era chiamare gli studi medici e lasciare messaggi. Ho anche monitorato la valutazione e l'approvazione dei materiali di comunicazione attraverso revisioni legali in oltre 20 paesi. Ho avuto successo perché ero tenace (nessuna segreteria telefonica poteva fermarmi!) E molto attento ai dettagli.

È stato complicato entrare nel mondo del marketing medico considerando che la tua laurea non era correlata al tuo lavoro?
In un mondo ideale, avrei già conosciuto ogni termine medico o biologico che ora affronto quotidianamente o avrei seguito corsi di marketing che hanno introdotto le 4 P (prodotto, luogo, promozione e prezzo) prima di sentirne parlare sul lavoro. Tuttavia, la mia laurea mi ha insegnato a pensare in modo critico e ha alimentato il mio appetito per la conoscenza. Sono stato in grado di avere successo nel mio lavoro perché ho continuato ad applicare quelle abilità man mano che diventavo più versante nella lingua del mio campo.

Per coloro che non hanno familiarità con il marketing e la comunicazione medica, spiegherai questo settore dell'industria sanitaria?
Nella descrizione, è piuttosto vaniglia. Aiutiamo le aziende a comunicare il valore delle loro soluzioni mediche a tutti i pubblici critici. In pratica è strada rocciosa! Tutti coloro che sono coinvolti nel processo decisionale sanitario, dai medici ai pazienti ai contribuenti, hanno fame di tempo e hanno a che fare con molteplici priorità. E conoscere una nuova terapia potrebbe essere in fondo alla lista. Il nostro lavoro è aiutare i nostri clienti a coinvolgere, istruire e persuadere quel pubblico. Utilizziamo tutti gli strumenti a nostra disposizione dal video, al digitale e alla stampa, ai social media e agli eventi live. È emozionante, stimolante e molto gratificante.

In BBK Worldwide, la società per cui hai lavorato per cinque anni, sei stato un consulente contabile e hai lavorato per la diffusione e lo sviluppo del mercato. Cosa ti è stato richiesto in questa parte particolare dell'azienda? Come è cambiato il tuo ruolo in azienda?
Un obiettivo di crescita fondamentale per BBK era espandere la nostra portata e rete globale. Poiché sempre più clienti richiedevano il supporto globale delle sperimentazioni cliniche, dovevamo aumentare le nostre risorse al di fuori degli Stati Uniti. Mi è stato inoltre affidato il compito di stabilire relazioni con agenzie gemelle in tutto il mondo, il che mi ha costretto a modulare il mio stile di comunicazione in base a diversi costumi e preferenze culturali.

Hai incontrato il tuo mentore mentre lavoravi in ​​BBK. In che modo ti ha aiutato a crescere professionalmente? Avere un mentore è fondamentale per l'avanzamento di carriera?
Sono stata incredibilmente fortunata nella mia carriera ad avere un numero di forti modelli femminili, molte delle quali sono state mentori. Il mio aspetto preferito di avere mentori donne è che sembrano avere una politica universale della porta aperta. Credo davvero che siano coinvolti nella mia crescita e sono generosi sia con lodi che con critiche costruttive.

Questo tipo di supporto e feedback continui mi ha aiutato a identificare i punti di forza ma anche a individuare rapidamente i punti deboli. La brutale onestà sulle eufemistiche “aree di sviluppo” è ciò che ho apprezzato di più. In quanto sostenitore appassionato ed entusiasta del lavoro della mia agenzia, sono noto per parlare più forte e più spesso di chiunque altro nella stanza. Il mio consiglio preferito dal mio mentore è stato quello di acquistare un gioiello che servisse come promemoria per tacere di tanto in tanto. Un bellissimo anello di onice nero dopo, ho un bel aggiornamento dalla scuola di memoria del filo intorno al dito.

Dopo cinque anni con la stessa azienda, eri pronto per una nuova opportunità. Con l'aiuto del tuo mentore, hai ottenuto una posizione di responsabile dello sviluppo aziendale presso LehmanMillet, un'agenzia di comunicazioni di marketing sanitario. Parlaci dell'inizio in una nuova azienda e della curva di crescita che hai sperimentato.
Il trasferimento a LehmanMillet è stato emozionante e anche terrificante. Lasciare un luogo in cui avevo storia, relazioni e profonda esperienza è stato difficile. E quando l'amministratore delegato mi ha offerto la posizione di responsabile dello sviluppo aziendale, la mia prima risposta è stata viscerale: un flashback sulla vendita di biscotti da ragazza scout, assolutamente terrorizzata all'idea di camminare fino alle case dei vicini. Tuttavia, ingoiare quella paura e dire di sì è una delle migliori decisioni che ho preso.

come avere una relazione con qualcuno

Nello sviluppo del business, il mio ruolo è stato quello di apprendere tutto sulle nuove opportunità per l'agenzia e collaborare con account e creativi per sviluppare consigli e strategie per potenziali nuovi clienti. Ogni giorno e ogni opportunità era un'opportunità per imparare e pensare in modo critico: le mie due cose preferite da fare!

Negli ultimi anni sei passato alla LehmanMillet da responsabile dello sviluppo aziendale a supervisore di gestione fino alla tua attuale posizione di vicepresidente del dipartimento strategico. Guidaci in questo viaggio professionale.
Sebbene prosperassi grazie al ritmo e alla varietà di nuovi affari, segretamente, il mio obiettivo era aiutare l'agenzia a ottenere abbastanza affari da poter tornare alla gestione degli account. Sempre orientato agli obiettivi, il mio piano è riuscito e ho rilevato i due account di specialità farmaceutiche che avevo aiutato ad ottenere.

C'è molto che mi piace della gestione degli account: guadagnarmi la fiducia di un nuovo cliente, scavare nella scienza di un complesso, fare brainstorming su nuovi modi per affrontare i problemi e esplorare un percorso attraverso l'ignoto per l'agenzia. Tuttavia, di volta in volta, mi sono trovato attratto dalle discussioni strategiche sul marchio. Non c'era niente che mi piacesse di più che ricevere un nuovo rapporto di ricerca da un cliente e scavare nei dati per cercare di dare un significato ai numeri, per ottenere intuizioni fruibili e consigli concreti che potessero far progredire la loro (e nostra) attività.

Quindi, nel gennaio dello scorso anno, quando il mio capo di allora e io ci siamo seduti per discutere i miei obiettivi di carriera, si è scoperto che avevamo la stessa idea: lei voleva che creassi e dirigessi il nuovo dipartimento di strategia.

Ho sicuramente sperimentato l'ansia da separazione (Niente più tempistiche! Niente più budget! Perché il cliente non mi chiama?), Ma questo nuovo ruolo è fatto su misura per me. Sto lavorando con i clienti nei nostri uffici di Boston e Santa Ana. Sono innovatori che stanno introducendo nuovi farmaci e prodotti che cambieranno davvero il modo in cui i medici praticano la medicina e il modo in cui i pazienti ricevono tale assistenza.

Quali sono le tue attuali responsabilità come vice presidente della strategia?
Ogni giorno, i team account mi contattano quando sono impegnati nella pianificazione strategica con i loro clienti. Vengo al tavolo con una profonda comprensione dell'ambiente sanitario, un feroce impegno nell'analisi del panorama competitivo e nel disegnare esperienze rilevanti e persino analoghi al di fuori dello spazio. Lavoro a stretto contatto con i nostri dipartimenti medici e di pianificazione per sviluppare approfondimenti e consigli su come i nostri clienti dovrebbero posizionare i loro prodotti, comunicare con i loro clienti e costruire per il successo a lungo termine.

come rafforzare una relazione con il tuo ragazzo

Sono ancora molto coinvolto anche in nuove attività, ma soprattutto aiuto i nostri team a sentirsi a proprio agio a sentirsi a disagio ea sentirsi sicuri di dire 'assolutamente' quando il team propone o il cliente richiede qualcosa di nuovo. Lo chiamiamo 'capire come mangiare l'elefante' - determinare il processo per affrontare un grande sconosciuto. Questo è qualcosa che mi piace fare: attingere ad analoghi, esperienze passate rilevanti, chiamare esperti esterni o semplicemente sedermi in una stanza a fare lavagne bianche finché non troviamo un approccio intelligente. In tal modo, aiuto l'agenzia ei membri del mio team a crescere ed evolversi.

Considerando che hai avuto una carriera di successo nel marketing medico per quasi un decennio, cosa diresti che è vitale per il successo in questo campo?
Uno dei motivi per cui amo il mio lavoro è che mi sento come se dovessi andare alla facoltà di medicina ogni giorno! Il curriculum include anche una grande dose di psicologia e sociologia. Richiede davvero di lavorare su entrambi i lati del cervello: devi impegnarti con la scienza e vedere la storia in essa. Una mente aperta, la volontà di approfondire i dettagli e la familiarità con un dizionario (alcuni di questi termini medici possono essere difficili!) Sono vitali per il successo.

È un'agenzia. Alla fine serviamo i nostri clienti, quindi dovrai fare alcuni sacrifici personali (leggi: lunghe ore), ma è assolutamente valsa la pena essere anche una piccola parte dello sforzo finale nel modo in cui i medici praticano e come i pazienti ricevono cure.

Sei la mamma di una bambina di 18 mesi. Che emozione! La tua attuale routine lavorativa è cambiata? Se é cosi, come? Come bilanci carriera ed essere mamma?
I miei colleghi direbbero che la maternità mi ha ammorbidito. Invece di lavorare fino alle 8 o alle 9 tutte le sere, parto tutti i giorni alle 18 per tornare a casa da mia figlia entro le 18:30. E ho imparato che il cielo non cadrà! Le poche ore che ho prima di andare a dormire sono così preziose. Posso sempre controllare la posta elettronica e spostare le cose in avanti una volta che si è infilata dentro.

Viaggio ancora 3 settimane su 4 in un mese, ma sono diventato irremovibile sul fatto di tornare a casa dai viaggi il prima possibile. Questo mi ha portato ad affinare la mia strategia per gli occhi rossi: vino rosso, cuscino per il collo e calzini.

La tua carriera ti ha portato in tutto il mondo, da posti come Singapore a Buenos Aires. Come gestisci i lunghi viaggi che ti vengono richiesti, soprattutto con un bambino piccolo a casa?
Sì, il viaggio è brutale, ma è anche eccitante e soddisfacente. Penso di essere incredibilmente fortunato di poter vedere così tanto del mondo attraverso il mio lavoro, anche se molto è nelle sale conferenze.

Sono incredibilmente fortunato ad avere mia madre e mio padre nelle vicinanze e disposti a guardare mia figlia quando io e mio marito dobbiamo viaggiare. Ho anche un partner straordinario in mio marito, che riconosce e sostiene i miei obiettivi. Ci sforziamo di avere almeno uno di noi a casa con nostra figlia ogni sera. Finora abbiamo un track record abbastanza buono.

Non devi sempre dimostrare di essere intelligente. Non devi sempre alzare la mano con la risposta giusta alla domanda.

Che consiglio hai per Everygirls che sta cercando di bilanciare carriera e famiglia?
A volte, dopo aver scattato il mio terzo effetto occhi rossi del mese per avere qualche ora in più con Lila, mi chiedo se sono un po 'pazzo. Tuttavia, so che sto modellando per lei quanto sia meraviglioso perseguire qualcosa che ami. Questa conoscenza mi aiuta a superare gli attacchi di 'colpa della mamma'. Non vedo l'ora di scoprire chi diventerà il mio piccolo bambino socievole, incline alla corsa e felice. Credo che ammirerà la donna che sto diventando continuamente.

Dove speri di essere, sia professionalmente che personalmente, tra cinque anni?
Stabilire il dipartimento di strategia presso LehmanMillet è stato un viaggio fantastico e un po 'estenuante. In cinque anni, spero che l'agenzia sia cresciuta a passi da gigante e, con la crescita dell'agenzia, anche il dipartimento strategico si sarà ampliato e approfondito. Gli occhi rossi possono sempre far parte dei miei piani di viaggio, ma mi piacerebbe dare alle donne più giovani l'opportunità di brillare, proprio come i miei mentori mi hanno dato quelle possibilità.

Che consiglio daresti a te stesso di 23 anni?
Non devi sempre dimostrare di essere intelligente. Non devi sempre alzare la mano con la risposta giusta alla domanda.

Ordine del caffè?
Scremare il latte alla nocciola, molto caldo.

Se potessi pranzare con una donna, chi sarebbe e cosa ordineresti?
Marissa Mayer. Mi piacerebbe sapere come sta VERAMENTE andando a Yahoo e come sta gestendo la maternità. Insalata di pollo greca. (Certo, tutti i miei colleghi potrebbero rispondere per me, dato che ne mangio uno almeno quattro volte a settimana, ma scommetto che ovunque pranzassi con Marissa avrebbe una versione davvero deliziosa).

Il prossimo obiettivo personale che vuoi raggiungere?
Vendo la mia casa. Noi (leggi, figlia mia) abbiamo superato il nostro condominio, quindi dobbiamo comprare una casa vera, con una grande sala giochi e un cortile da esplorare.

Descrivi il tuo giorno libero perfetto.
Mia figlia dorme fino alle 7 del mattino (forse alle 7:30!). Ci alziamo e la porto a correre con me (grazie, passeggino da jogging!). Incontriamo mio marito per un caffè e torniamo a casa insieme. Dopo un pisolino, pranziamo nel nostro centro città e ci fermiamo alla boutique dei bambini, a fare la spesa per mia figlia (come sono cambiati i tempi). Dopo una sosta al parco e al mercato, mia figlia scende per il suo sonnellino pomeridiano e io mi faccio le unghie e i piedi, permettendomi di recuperare Newyorkese lettura. Incontro mio marito e mia figlia per un drink in un ristorante locale (nostra figlia è conosciuta per nome in più di alcuni di loro), poi torno a casa per cucinare una deliziosa cena (New York Strip mediamente cotta) con un bicchiere o due di Malbec. Dopo che mia figlia va a letto, si spera, rimango sveglio abbastanza a lungo per recuperare il ritardo sul DVR: attualmente pieno di Uomini pazzi , Game of Thrones , e Veep .