Come imparare a cucinare sta alimentando la mia gioia nera

Ho visto questa frase scorrere su Instagram: la gioia nera è un atto di resistenza nera.

j equipaggio festa del lavoro vendita

La lettura di quella frase di otto parole mi ha colpito perché era un promemoria di cui avevo bisogno. Ho voluto trovare la gioia nella mia vita da quando ho compiuto 30 anni - e viaggiare da solo è uno dei miei punti di gioia - che mi ha spinto a imparare a cucinare online, attraverso una fonte inaspettata: Airbnb Experiences. Quella che è iniziata come un'attività per soddisfare il mio amore per i viaggi senza uscire di casa grazie a COVID-19 è diventata la mia cura di me stesso, alimentando la mia gioia interiore attraverso il cibo, anche quando i miei piatti non vanno così bene. Ma, ultimamente, trovare la gioia è stato difficile, soprattutto perché so che così tante persone stanno soffrendo.

Ho ballato sotto la doccia per la prima volta prima di sedermi per scrivere questo, e ho sentito questa ondata di colpa prendere il sopravvento su di me, quindi ho smesso di ballare. Lo stesso giorno, ho seguito il mio terzo corso di cucina online insieme a uno dei miei buoni amici e la gioia che ho provato quando mi sono connesso con il nostro istruttore in Kenya anche sentito sbagliato.





Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Bianca Lambert (@bianca__lambert)



Ho pensato di non essere l'unico ad avere questi sentimenti, quindi ho contattato Shae Ivie-Williams, LPC , terapista autorizzato e coach per la cura di sé, per avere il punto di vista di un esperto sull'importanza della gioia e della cura di sé dei neri, anche mentre si affronta e si combatte il razzismo sistemico.

Cos'è il trauma secondario e come influisce sulla comunità nera?

Per iniziare la nostra conversazione, volevo prima capire come le persone di colore sono colpite dal vedere la violenza inflitta ai corpi neri in video grafici come quelli di Ahmaud Aubrey e George Floyd, e la sua risposta non è stata così sorprendente, ma è molto importante. 'Questo è noto come trauma indiretto razziale o trauma secondario', ha detto. “Questi termini erano riservati agli individui che sono aiutanti (terapisti, consulenti, EMT, medici, infermieri, ecc.). Tuttavia, questo termine può essere esteso ad altri individui che non sono aiutanti. Sono ancora necessarie ulteriori ricerche su questo argomento [ma], le persone possono ancora subire un impatto indiretto '.

Una storia del 2016 pubblicata dalla PBS dopo le sparatorie fatali di Terrence Crutcher, Alton Sterling e Philando Castile ha notato che i video grafici e esperienze con il razzismo può infatti causare 'gravi problemi psicologici che ricordano la sindrome da stress post-traumatico'. La psicologa clinica Monnica Williams ha detto allo sbocco che 'è un trauma basato sulla razza'.



Quindi, se stai vivendo attacchi di ansia, hai problemi a dormire e provi tristezza, potresti sperimentare un trauma secondario, come ha detto Ivie-Williams, questo è il modo in cui può mostrarsi, ma limitando l'assunzione di media e prendendosi cura di te stesso. una pratica può aiutarti a trovare l'equilibrio. “La cura di sé è spesso un ripensamento di molti individui neri. Non ci è stato insegnato. Non fa parte della nostra storia e spesso non abbiamo il privilegio o l'accesso a risorse che ci aiutano a renderlo una norma nella nostra cultura '.

Questo potrebbe essere il motivo per cui si sono manifestati i miei sensi di colpa. Se trovi sentimenti negativi che emergono come risultato del tempo per te stesso, ci incoraggia a “sederci con le tue emozioni e notare nel tuo corpo se provi un senso di colpa legato alla cura di te stesso. Sii intenzionale nel notare cosa ti sta succedendo e approfondisci la tua cura di te stesso '.

Fonte: rawpixel

La cura di sé non è frivola, è una necessità

'La cura di sé è più che bagnoschiuma e farsi fare le unghie e i capelli', ha detto. 'Prendersi cura di sé può significare stabilire dei confini con gli altri, proteggere il nostro spazio / pace, svolgere il proprio lavoro sui traumi per ottenere sollievo e [e] aumentare abitudini più sane'. Ha aggiunto che la pratica rende perfetta e, beh, normalizza la cura di sé. “Più pratichi la cura di te stesso e lo rendi una parte normale della tua routine, meglio è. Mettiti in cima alla tua lista di priorità in modo da poter essere efficace in altre priorità nella tua vita. '

“Gli individui neri stanno attraversando collettivamente un'esperienza traumatica condivisa. In mezzo a traumi, proteste, rivolte, molte piattaforme di social media che condividono informazioni, provare gioia può essere difficile ', ha detto. Ma lei vuole che troviamo il modo di muoverci in uno spazio in cui possiamo 'trattenere entrambe le emozioni'. 'Capisci che non stai scontando il movimento necessario per portare giustizia e uguaglianza per gli individui neri, ma puoi anche avere spazio per provare gioia in mezzo a tutto questo. La gioia ha aiutato la perseveranza e la resilienza di molte persone '.

Un nuovo hobby può alimentare emozioni positive in mezzo alle difficoltà

Quindi cucinare può davvero fare bene alla tua salute mentale? La risposta è si. 'Scavare nei nostri interessi e hobby personali è utile', ha spiegato. “Cucinare può aumentare il nostro umore portando sentimenti ed emozioni positive nel nostro corpo, [e] una lezione in piedi può sicuramente suscitare gioia e calmare la mente e lo spirito. Il nostro cervello spesso si aggrappa a sentimenti, pensieri ed esperienze negativi più di quanto non faccia a pensieri, sentimenti ed esperienze positivi. Più creiamo emozioni ed esperienze positive, più possiamo aumentare il nostro umore e gli ormoni del benessere nel nostro cervello. Cucina le cose che ti piacciono e divertiti. Non deve essere perfetto. Metti un po 'della tua musica preferita e dai sfogo alla tua creatività! '

Questa settimana partirò per Medellín, in Colombia, dalla mia cucina ovviamente, a impara a fare le empanadas argentine , per alimentare la mia gioia nera.

Fonte: rawpixel

Pianifica in anticipo la tua cura di te stesso

Se vuoi implementare la cura di te stesso nella tua vita, ma non sai da dove iniziare, prova quello che Ivie-Williams chiama un piano di auto-cura. '[Un piano può darti] qualcosa a cui guardare con ansia rendendoti una priorità e prendendoti cura del tuo corpo, mente e spirito.' Ecco i suoi migliori consigli per creare un piano di auto-cura. 'Sii intenzionale impostando un programma, comunica le tue esigenze agli altri per stabilire dei limiti intorno alla tua cura di te stesso, imposta un piano di auto-cura giornaliero, settimanale, mensile, trimestrale e annuale e rispettalo.'

Nota che potrebbe volerci del tempo per sviluppare un'abitudine, quindi incoraggia a trovare un partner responsabile se ne hai bisogno. Un partner responsabile offre anche l'opportunità di creare un'esperienza positiva condivisa con qualcuno che ti supporta mentre tu contraccambi lo stesso supporto. Se cucinare non fa per te, inizia a pensare a quale attività potrebbe portarti gioia e ricorda che la tua gioia nera non è negoziabile. Sia che tu voglia trascorrere più tempo intenzionale scrivere sul diario , voglio imparare come iniziare e prendersi cura di una raccolta di piante a casa o sei pronto concentrati sulla guarigione da dentro e fuori in uno spazio sicuro per le donne nere —C'è una vasta gamma di opzioni sia creative che introspettive.

Cambiare il mondo e combattere questa battaglia significa che devi mantenerti abbastanza sano da parlare per te stesso e per coloro che hanno bisogno delle nostre voci per amplificare la loro.