Cresciuto come Token Black Kid? Questo è per te

Hey! Il mio nome è Kendra e sono cresciuto come il ragazzo nero simbolico. Per quelli di voi che non sanno cosa sia, lasciatemi spiegare:

Il token Black kid è quando sei l'unico ragazzo nero in un mare pieno di bambini bianchi. Il bello dell'essere un ragazzo nero simbolico è che ti rende responsabile di tutta la tua razza. Le tue azioni sono uguali a quelle della tua razza e per qualsiasi domanda sulla tua razza sei responsabile della risposta. “Kendra, perché i neri sempre (riempire lo spazio vuoto)? Oppure, 'Ehi Kendra, pensi che i neri farebbero (riempire lo spazio vuoto)?' Sì! Ero io, e lo è ancora in alcuni giorni.

Sono cresciuto in una città fuori Cleveland con i miei genitori e tre sorelle. Quando avevo circa 6 anni, i miei genitori ci hanno trasferito dal lato ovest della città (misto ma prevalentemente nero) al lato nord della città (tutto bianco).Nella parte ovest della città, abbiamo vissuto il nostro quartiere come una vera comunità. Tutti i bambini giocavano fuori insieme, saltando di giardino in cortile e senza alcuna preoccupazione al mondo. Più generazioni non solo sono coesistite, ma si sono anche manifestate e si sono sostenute a vicenda. Uno dei miei ricordi più forti è che ogni volta che era ora di cena, mio ​​padre fischiava così forte che l'intero vicinato poteva sentirlo e tutti tornavano a casa. Mio padre era noto per questo fischietto, e quando arrivò quel momento, tutti i bambini, e intendo ogni bambino tornava a casa a cena. No, non era il loro padre, ma sapevano tutti cosa significava. Ci siamo presi cura l'uno dell'altro.





Quando ci siamo trasferiti sul lato nord, la vita era molto diversa. Prima di tutto, siamo stati la prima famiglia nera a vivere in quel quartiere, ed è rimasto così per anni. In effetti, quando sono partito per il college, c'erano solo tre famiglie nere.Mentre il nostro quartiere era pieno di bambini, non c'erano comunità lì. I vicini non parlavano e uscivano in giro, i bambini non andavano in bicicletta insieme, quindi ho iniziato a passare più tempo a esplorare da solo e con le mie sorelle.Durante i miei 12 anni vissuti nella parte bianca della città, spesso sono stato l'unico ragazzo nero in quasi tutto ciò che facevo. Ricordo la mia scuola elementare in autobus con ragazzi neri di quartieri diversi, e mi è stato detto che quei ragazzi provenivano dal quartiere 'cattivo'. Ora, da bambino, non so se sapevo esattamente cosa dicevano gli adulti, ma ricordo che facevano quel commento in base alla razza e al vicinato. Quello che quegli adulti non sapevano è che quei ragazzi erano proprio come me anch'io vivevo in uno di quei quartieri 'cattivi'. Allora cosa li rende diversi da me? Era la mia vicinanza ai bianchi che li faceva sentire più a loro agio con me? Era il fatto che essere circondato dall'accettazione dei bianchi in qualche modo faceva sì che anche loro accettassero me?

Il bello dell'essere un ragazzo nero simbolico è che sei sempre 'diverso'

La mia prima esperienza con questo è stata intorno al Ringraziamento. I miei amici bianchi ed io stavamo parlando dei nostri piatti preferiti e ricordo di aver detto che amavo i cavoli. I miei amici mi guardavano come se mi avessero spuntate due teste. Poi ho capito che ero completamente solo in questa esperienza, e cercare di spiegare la bontà del cavolo (soprattutto il garretto salato) a un gruppo di bambini di 7 anni è come scalare l'Everest in infradito. Non avevo idea che il mio Ringraziamento fosse diverso o strano rispetto al loro. Pensavo che mangiassimo tutti le stesse cose, ma ovviamente mi sbagliavo, ei miei amici erano lì per dirmi quanto mi sbagliavo.Se condividessi ogni esperienza in cui mi sentivo 'altro' essendo il token Black kid, continueremmo a scorrere per sempre, quindi ne condividerò solo qualcuna in più:



  • Essendo l'unico ragazzo nero nella tua classe di inglese con lode e la classe sta leggendo ad alta voce Per uccidere un Mockingbird . Senti la parola N uscire da bocche bianche, e ogni volta che viene pronunciata, i bambini bianchi ti guardano.
  • Dover indossare pantaloncini in spandex per la tua uniforme da pallavolo e poi essere chiesto: 'Perché il tuo sedere è così grande?'
  • Essere l'unica ragazza nera in una produzione di My Fair Lady e di essere stata scelta come cameriera.

Essere l'unica persona nera in un mondo bianco è estenuante. Lentamente, ho iniziato a nascondere e rimodellare chi stavo diventando in modo che potessi smettere di essere un 'altro' e iniziare a inserirmi. Ecco il punto: cercare di modellare il tuo corpo, spirito e stile di vita neri in un mondo bianco rende costantemente sei a disagio. Ho passato 12 anni (in realtà 37) a sentirmi a disagio, e sto ancora disfacendo i bagagli e guarendo dall'essere un ragazzino nero simbolico.

Se ti vedi nelle mie esperienze, allora ho qualcosa da dire: sei degno, le tue storie contano e la tua voce conta perché esisti, punto.

Vivere con e attraverso questa esperienza mi ha aiutato a coltivare gli strumenti per costruire il mio valore, celebrare le mie storie e reclamare la mia voce. Stai cercando di riappropriarti anche della tua voce? Da qui puoi iniziare:

1. Sii al posto di guida della tua guarigione.

Ci sono molti modi per iniziare la tua guarigione e solo tu sai cosa è meglio per te. Sei cresciuto come il ragazzo nero simbolico, e quindi hai l'esperienza approfondita di adattarti, assimilare o mettere le esperienze degli altri prima delle tue. Ora è il momento di iniziare il tuo percorso. Non avrai bisogno della stessa guarigione dei tuoi amici bianchi, non avrai bisogno della stessa guarigione dei tuoi fratelli, non avrai bisogno della stessa guarigione dei tuoi genitori. Le tue esperienze e storie sono tue per guarire il tuo modo.Per quanto sia difficile, è tempo di porsi le domande difficili su chi sei, cosa ami e persino qual è la tua ricetta preferita del Ringraziamento. La tua esperienza di bambino simbolico potrebbe non essersi manifestata come la mia, quindi celebra questo viaggio verso la tua liberazione.



2. Abbraccia questo nuovo mantra: ogni esperienza è un'esperienza nera, a meno che non sia anti-nera.

Amanda Seales, attrice, comica e conduttrice, lo ha detto una volta in una storia che ha condiviso su Instagram qualche tempo fa, e sentirlo mi ha dato grande conforto. Ho elaborato gran parte della mia esperienza attraverso l'obiettivo dei bianchi perché è quello da cui ero circondato. Mi sono detto che le mie esperienze non erano nere perché ero il ragazzo simbolico. Ho banalizzato o invalidato molti dei miei risultati perché erano sempre in confronto ai bianchi. Le tue esperienze, i tuoi successi e le tue storie sono storie nere. Non più giocare in piccolo nel tuo corpo e nella tua mente. Entra nel vero te stesso.

3. Scopri e riscopri la versione più autentica di te stesso.

Non ho intenzione di mentire, questo richiede molto lavoro, e sono in pratica ogni giorno per rimuovere gli strati di inautenticità. Come un ragazzo nero simbolico, ero costantemente consapevole della mia oscurità. Mi sentivo come se fossi costantemente in una sorta di performance per sopravvivere al mondo bianco. I miei capelli erano abbastanza lisci? Ho detto la cosa giusta? Ho odore di pollo fritto dalla cena di ieri sera? Non volevo essere troppo nero e essere rifiutato. Non volevo essere troppo nero e non essere invitato a una festa di compleanno, e così mi sono esibito. Mi sono presentato come una versione di me che non ero veramente io. Chiedilo a te stesso:

  • Come suona la mia vera risata?
  • Sto cambiando codice? È necessario o è un riflesso involontario?
  • È così che voglio vestirmi, parlare, indossare i capelli o mi sto ancora esibendo?

Questa parte della tua guarigione farà emergere alcune domande e risposte difficili, e ti prometto che il tuo sé più bello e autentico è dall'altra parte.

4. Circondati di persone che ti assomigliano e ti sostengono.

Nel 2016 sono stato scritturato per una produzione del musical rock degli anni '60 Capelli . A causa della natura dello spettacolo, ci devono essere due (davvero sei) persone di colore nel cast. (P.S. Se vedi una produzione con meno di sei nel cast, chiedi un rimborso! Ma sto divagando.) La mia produzione aveva sei attori neri, me compreso. Dopo lo spettacolo, ho notato che gli attori neri uscivano sempre insieme. Rideremmo e condivideremmo storie fino a tarda notte. Con il passare dei giorni, i legami e le amicizie si sono solo approfonditi e sono ancora estremamente vicino a loro fino ad oggi.Ricordo anche di essermi iscritto a un evento chiamato Brown Girl Brunch con mia sorella che vive a New York. È stata una tale boccata d'aria fresca entrare in tutta la bellezza e il talento nella stanza di ragazze di tutti i ceti sociali che erano lì per condividere le loro storie, imparare e sostenersi a vicenda.Adoro quei tempi, in cui ero circondato da persone che mi assomigliavano e mi sostenevano. La facilità con cui sono stato in grado di essere me stessa è stata una delle cure più profonde che ho ricevuto. Non ho dovuto cambiare codice (infatti al Brown Girl Brunch, la prima cosa che il moderatore ha detto è stata: 'Lascia il cambio di codice a casa, siamo qui per essere noi stessi'). alzare la guardia. Sono stato in grado di essere me, tutto me stesso, senza bisogno di prestazioni.

Cresciuto come il ragazzo nero simbolico? Ti vedo, sono te e ti festeggio. A volte ti sei sentito piccolo, a volte potresti esserti sentito strano, a volte potresti esserti sentito 'altro'. Sono qui per dirti che hai il potere di reclamare la tua voce nonostante quanto ti sei sentito zittito in passato. Le tue storie contano, le tue esperienze contano, la tua voce conta. Le vite nere contano e tu sei degno perché esisti.